• Consulenza legale Bari

Soluzione ai debiti del consumatore e del microimprenditore: composizione della crisi da sovraindebitamento

Nel 2012 è stato introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento un strumento normativo che permette di risolvere le situazioni di indebitamento in cui versano consumatori e “piccoli imprenditori”.

È bene chiarire preliminarmente che, ai fini del detto procedimento, per consumatore si intende qualunque soggetto, persona fisica, che abbia contratto debiti al di fuori della propria attività professionale o imprenditoriale; mentre con l’espressione “piccolo imprenditore” si fa riferimento complessivamente a tutti gli imprenditori non assoggettabili alle ordinarie procedure fallimentari, nonché ai liberi professionisti.

Affinché tali categorie di soggetti possano ricorre a questo strumento è sufficiente che versino in un perdurante stato di “sovraindebitamento”: ossia in tutte quelle ipotesi in cui il debitore incontri una considerevole difficoltà o non sia assolutamente in grado di fare fronte regolarmente ai propri debiti, ivi compresi quelli verso il fisco.

In particolare, sono previste tre forme di composizione della crisi:

  • l’accordo del creditore, che può essere proposto indifferentemente dai consumatori e dai piccoli imprenditori e che mira a soddisfare i crediti sulla base di un piano che, approvato da una maggioranza qualificata di creditori, è vincolante anche per i creditori dissenzienti;
  • il piano del consumatore, che è riservato al solo consumatore, appunto, e che ha scopi analoghi all’accordo del creditore, con il vantaggio, però, di prescindere da un accordo con i creditori, essendo soggetto soltanto all’omologazione da parte del giudice;
  • la liquidazione del patrimonio, che può essere proposta indifferentemente dai consumatori e dai piccoli imprenditori e che consiste nella liquidazione di tutti i beni del debitore, esclusi quelli di carattere personale, con una procedura analoga a quella fallimentare, e che, come per il piano del consumatore, prescinde da un’intesa con i creditori.

Gli accordi suddetti comportano, in sostanza, la possibilità per il debitore di porre definitivamente rimedio alla situazione debitoria in cui versa, dilazionando e/o pagando solo parzialmente i propri debiti.

Nei procedimenti sopra descritti è prevista per il debitore l’assistenza di uno degli Organismi di composizione della crisi, istituiti presso Enti pubblici, tra cui Comuni, Provincie, Città Metropolitane, Regioni, Ordini professionali e Camere di commercio, iscritti nell’apposito registro tenuto dal Ministero della Giustizia. I compiti di detti Organismi possono, peraltro, essere svolti anche da avvocati, commercialisti e notai nominati dal Presidente del Tribunale o dal giudice da lui delegato.

Tali soggetti sono tenuti a esercitare funzioni di ausilio nella predisposizione dell’accordo di ristrutturazione e nell’esecuzione dello stesso.

La previsione di un istituto di questo tipo trova la sua giustificazione nel contesto dell’attuale situazione di crisi economica, che investe indifferentemente famiglie e imprese. L’esperienza degli accordi è, tuttavia, ancora poco applicata perché, fondamentalmente, poco conosciuta.

Contattate il nostro studio legale per maggiori informazioni.

Logo Studio Schino

Novità giurisprudenziali: all’interno di ciascuno dei sopra indicati argomenti è riportata una rassegna di relative sentenze.

Alternative alle cause

Risoluzione in via conciliativa delle controversie civili, evitando il ricorso al Giudice, attraverso strumenti dai tempi estremamente brevi (pochi mesi).

Maggiori dettagli

FAQ

In questa sezione troverete le risposte alle domande frequenti sul rapporto cliente/avvocato e sull’attività di questi.

Maggiori dettagli

Processo civile in pillole

Il processo civile è lo strumento attraverso il quale vengono risolte le controversie di diritto privato, ossia di quella branca del diritto che si occupa dei rapporti tra le persone in relazione alla loro sfera personale o familiare o economico-patrimoniale.

Maggiori dettagli

Soluzione ai debiti del consumatore e del microimprenditore

In questa sezione troverete le risposte alle domande frequenti sul rapporto cliente/avvocato e sull’attività di questi.

Maggiori dettagli

Questo sito web, in conformità con la Legge professionale e il Codice Deontologico dell’avvocatura (art. 17), si propone di informare gli assistiti e i potenziali Clienti sull’organizzazione interna allo studio legale e sulle nuove metodologie d’instaurazione dei rapporti professionali con la clientela.

Contattaci

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali (D. Lgs. 196/03)