• Liquidazione di una società

Avvocato separazione Bari

Negli ultimi anni si è assistito ad una sempre maggiore attenzione da parte dei clienti alle problematiche riguardanti la separazione personale dei coniugi: si pensi, a titolo esemplificativo, all’affidamento dei figli, alle modalità di incontro dei figli da parte del genitore non collocatario degli stessi, all’assegnazione della casa coniugale, al mantenimento dei figli minorenni o economicamente non autosufficienti, al mantenimento del coniuge, all’addebito della separazione, alle modalità della separazione, alla sorte degli immobili acquistati durante il matrimonio, alle conseguenze della separazione rispetto ai regali fatti in favore del coniuge o dei figli, alle conseguenze della separazione rispetto all’eredità del coniuge, alla rilevanza della convivenza con un’altra persona rispetto alla separazione, alla richiesta di risarcimento dei danni causati durante il matrimonio, alle circostanze che possono giustificare la modifica delle condizioni della separazione.

Si è ritenuto opportuno, pertanto, articolare il discorso relativo alle questioni in materia di separazione dei coniugi attraverso diverse pagine autonome, nelle quali sono affrontate tali questioni unitamente ad altre ancora per le quali i clienti sono soliti rivolgersi all’avvocato civilista, da loro spesso, nelle ricerche in rete, individuato utilizzando espressioni tipo “Avvocato matrimonialista Bari” o “Avvocato divorzista Bari” o “Avvocato separazione Bari”.

Contatti: Per le problematiche in materia di separazione personale dei coniugi contattate il nostro studio legale civilista a Bari, le caratteristiche principali della cui attività sono riportate in Home e Studio legale.

Logo Studio Schino

Novità giurisprudenziali:

  • 02.07.2021 – Cassazione Civile – sez. I – ordinanza n. 18785/21 – Figlia economicamente non autosufficiente a causa della sua inerzia: assegno di mantenimento revocato – Deve escludersi che l’assegno di mantenimento persegua una funzione assistenziale incondizionata dei figli maggiorenni disoccupati, di contenuto e durata illimitata, dovendo il relativo obbligo di corresponsione venire meno nel caso in cui il mancato raggiungimento dell’indipendenza economica si possa ricondurre alla mancanza di un impegno effettivo verso un progetto formativo rivolto all’acquisizione di competenze professionali o dipenda esclusivamente da fattori oggettivi contingenti o strutturali legati all’andamento dell’occupazione e del mercato del lavoro.
  • 30.06.2021 – Cassazione Civile – sez. I – ordinanza n. 18608/21 – Revisione dell’assegno di mantenimento per i figli: quali i criteri? – Il provvedimento di revisione dell’assegno di mantenimento dei figli, sia minorenni che maggiorenni non autosufficienti, presuppone non solo l’accertamento di una sopravvenuta modifica delle condizioni economiche dei genitori, ma anche la sua idoneità a mutare il pregresso assetto patrimoniale realizzato col precedente provvedimento attributivo del predetto assegno.
  • 05.05.2021 – Cassazione Civile – sez. I – ordinanza n. 11789/21 – La separazione non può essere addebitata all’ex moglie solo perchè accusava l’ex marito di essere gay – Respinta definitivamente la tesi portata avanti dall’uomo. Per i Giudici le parole della donna non hanno dato il ‘la’ alla crisi coniugale, che era già in corso e non era stata cancellata dal rientro dell’uomo nella casa condivisa con la moglie.
  • 04.03.2021 – Cassazione Civile – sez. VI – ordinanza n. 5932/21 – Mantenimento, il titolo di studio non basta per giustificare il rifiuto di determinate offerte di lavoro – In discussione l’assegno riconosciuto alla moglie a corredo della separazione dal marito. Da valutare con attenzione il comportamento della donna per ciò che concerne la ricerca di un’occupazione e il rifiuto alle opportunità procuratele dal consorte.
  • 16.02.2021 – Cassazione Civile – sez. IV – ordinanza n. 3879/21 – Marito infedele tradito dai siti di incontri online: addebitata a lui la separazione – Confermata in Cassazione la decisione dei Giudici d’Appello. L’uomo è colpevole per la rottura con la coniuge, che, preso atto dei tradimenti subiti, è andata via di casa. Confermato anche il diritto della moglie a percepire dall’ex marito un assegno di 1.000 euro ogni mese.
Logo Studio Schino

Novità giurisprudenziali: all'interno di ciascuno dei sopra indicati argomenti è riportata una rassegna di relative sentenze.

Alternative alle cause

Risoluzione in via conciliativa delle controversie civili, evitando il ricorso al Giudice, attraverso strumenti dai tempi estremamente brevi (pochi mesi).

Maggiori dettagli

F.A.Q.

In questa sezione troverete le risposte alle domande frequenti sul rapporto cliente/avvocato e sull'attività di questi.

Maggiori dettagli

Processo civile in pillole

Il processo civile è lo strumento attraverso il quale vengono risolte le controversie di diritto privato, ossia di quella branca del diritto che si occupa dei rapporti tra le persone in relazione alla loro sfera personale o familiare o economico-patrimoniale.

Maggiori dettagli

Soluzione ai debiti del consumatore e del microimprenditore

Risoluzione delle situazioni di indebitamento dei consumatori e dei piccoli imprenditori.

Maggiori dettagli

Questo sito web, in conformità con la Legge professionale e il Codice Deontologico dell'avvocatura (art. 17), si propone di informare gli assistiti e i potenziali Clienti sull'organizzazione interna allo studio legale e sulle nuove metodologie d'instaurazione dei rapporti professionali con la clientela.

Contattaci

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali (art. 13 del Regolamento europeo 679/2016)